Quella biblioteca, in ospedale è importante

Postato il

Mercatino di Natale Lettori Pazienti Ospedale di Pontedera

Ho sempre provato estremo disagio tra i corridoi sterili degli ospedali. Questa volta, è diverso. Entro nell’Ospedale Lotti di Pontedera e sorrido. Accanto alle file dell’accettazione, c’è un mercatino di libri usati. Colorato, luminoso, vivo. È il mercatino di Natale, organizzato dalla Biblioteca Lettori Pazienti, per autofinanziare le proprie attività.

Continua a leggere »


#LikeHer

Postato il

#likeher

Si avvicina il 25 novembre. Anche quest’anno. Ripartono, allora, i ‘NO alla violenza sulle donne!’, ‘BASTA femminicidi!’. Ma non c’è punto esclamativo che tenga: questi slogan non hanno mai avuto alcun’eco dentro di me.

L’anno scorso, però, ci fu uno slogan che mi risuonò dentro: ‘Abbiamo le parole per dirlo’. Secco, risoluto, senza punti esclamativi. Era lo slogan che Ghenos, associazione di Mesagne, aveva scelto per la giornata del 25 novembre. «Abbiamo le parole per dirlo», dissi insieme a Ghenos, e le parole, le mie parole, sgorgarono da dentro. ‘Furto di desideri’, le prime. Per dire Femminicidio, violenza. ‘Custode di desideri’, le seconde, per dire ‘vittima’. ‘Io desidero’, le terze, per dirmi.

Quest’anno, per il 25 novembre, di parole ne voglio trovare altre. Continua a leggere »


#Festa della mamma

Postato il

Grazie a mia mamma. Grazie, per tutte le volte che mi è stata madre. Per quella volta che sotto l’albero, a Natale, mi ha fatto trovare una macchina da scrivere. Per quella volta che, entrando in camera, ha esclamato: «Che bello, a 60 anni sogno ancora!».

Grazie a Frida Khalo, Virginia Woolf, Malala.

Grazie alle bambine. Quelle che la felicità la sentono in tutto il corpo. Quelle che dalla pioggia non si riparano. Le vanno incontro.

Grazie a Gianna e Giò di Labodif. Che in loro ho visto la ‘madrità‘ di mia mamma e di tutte le altre. Grazie per avermi reso, in questo modo, madre, a mia volta. ‘Di idee, progetti, di altri, di altre’.

Essere madre


Album #AuguriVitaDaFemmina

Postato il

L’album del primo anno di vita da femmina è pronto. Lo sfoglio, foto dopo foto, carica di emozione.

Che, tra le mani, non ho solo foto. Ho frammenti di esistenze. Esistenze condivise, in un flusso senza direzioni. Ed è bello, è bello sfogliarmi, attraverso i vostri occhi, le vostre vite, i vostri desideri.

Grazie per questo meraviglioso dono. Grazie a ognuna, ognuno di voi.


A lezione da Wislawa #1

Postato il

Wislawa Szymborska

21 Marzo 2014, Giornata Mondiale Della Poesia. La primavera inizia a suon di versi. Anche per Vita Da Femmina, che a suon di versi ci è nata. I versi erano quelli di Wislava Szymborska, madre simbolica e meravigliosa maestra di femminese.

Ma di madri e maestre, Vita Da Femmina, ne ha tante. E sarà, la primavera, sarà il compleanno che si avvicina, sento il desiderio di nominarle tutte, una ad una. Nella nuova rubrica A lezione di femminese. E la inauguro con lei, proprio con Wislawa.

Ritratto di donna- Wislawa Szymborska

Deve essere a scelta.

Cambiare purché niente cambi.

É facile, impossibile, difficile, ne vale la pena.

Ha gli occhi, se occorre, ora azzurri, ora grigi,

neri, allegri, senza motivo pieni di lacrime.

Dorme con lui come la prima venuta, l’unica al mondo.

Gli darà quattro figli, nessuno, uno.

Ingenua, ma è un’ottima consigliera.

Debole, ma sosterrà.

Non ha la testa sulle spalle, però l’avrà.

Legge Jaspers e e le riviste femminili.

Non sa a che serve questa vite, e costruirà un ponte.

Giovane come al solito giovane, sempre ancora giovane.

Tiene nelle mani un passero con l’ala spezzata,

soldi suoi per un viaggio, lungo e lontano,

una mezzaluna, un impacco e un bicchierino di vodka.

Dove è che corre, non sarà stanca?

Ma no, solo un poco, molto, non importa.

O la ama, o si è intestardita.

Nel bene, nel male, e per l’amor di Dio.


#AuguriVitaDaFemmina

Postato il

#AuguriVitaDaFemmina

#AuguriVitaDaFemmina

Instagram Photo Album.

Si avvicina il 16 aprile. Si avvicina il primo compleanno di Vita Da Femmina.

Un album fotografico. Ecco cosa desidero regalarle.

Un album di quelli che, di tanto in tanto, lo sfogli. Foto dopo foto. Te dopo te. Per riscoprirti, per andare avanti.

Lo facciamo insieme?

1. SEGUI @vitadafemmina su Instagram e su Facebook

2. SCEGLI una frase, tra i post di Vita da Femmina che più ti hanno emozionato

3. SCRIVI la frase che hai scelto su un post-it

4. SCATTA una foto al post-it, in un momento significativo della giornata

5. CONDIVIDI su Instagram, usando l’hashtag #augurivitadafemmina

Abbiamo tempo fino al 15 aprile per confezionare e pubblicare l’album, qui, sul blog.

Vi aspetto in tante, in tanti.


#Mimosa

Postato il

mimosa 8 marzo festa internazionale delle donne auguri

Rincorro il tempo, a passi piccoli, svelti, lungo i marciapiedi di sempre. È tardi, è sempre troppo tardi. Tranne per loro. Le mimose. Puntuali, come ogni anno. Lì, lungo i marciapiedi di sempre.

Segnali naturali, accanto segnali stradali. Che se al rosso del semaforo, i miei passi, piccoli, svelti si arrestano, al giallo di quelle nuvole odorose, i miei passi piccoli, svelti si accendono. Smettono di rincorrere il tempo e ci passano attraverso.

E, all’improvviso, l’aria non è più frizzantina, è teporosa. Il cielo non è più grigio, è luminoso. E anche i mughetti, i peschi e le margherite fioriscono, colorano e profumano. Al giallo di quelle nuvole odorose, mi ricordo di sentire, di sentirmi. Mi ricordo di rinascere, sempre.

 Da Vita da Femmina, a tutte voi, millemila di queste mimose, millemila di queste ed altre rinascite. Sempre. Insieme.