Piero Angela: Babbo Natale esiste

Postato il
Babbo Natale in Bansky Style -grazie a ILLUSTRATI http://www.facebook.com/ILLUSTRATI.logos -

Babbo Natale in Banksy Style

21 dicembre 2012. Scampata la fine del mondo, La Repubblica titola così: Piero Angela: «Babbo Natale esiste» 

E Puff. Un salto nel passato. Al lontano 1996. Era una sera come tante. Io stravaccata su una poltrona. Mio padre stravaccato sull'altra. Entrambi davanti la TV.  Natale era trascorso da poco, ma ancora non sapevo che sarebbe stato il mio ultimo, vero, Natale.

« Papà»

«Dimmi».

«Babbo Natale esiste?»

A scuola, ormai, ero l'unica a crederci. Ma avevo le prove. Prove raccolte di anno in anno. Con tecniche sempre più raffinate. Al limite di CSI. Le insinuazioni dei miei coetanei incalzavano e i rumori che giuravo di aver sentito, durante la notte, non bastavano più. Avevo bisogno di altre prove e dovevano essere schiaccianti.  Ho cominciato a ripercorrere il tragitto dal camino all'albero milioni di volte. Alla ricerca di impronte. E le trovavo! Cavolo se le trovavo! Ho lasciato sotto l'albero  nutella, biscotti, caramelle, bicchieri di latte. Tutto puntualmente spazzolato l'indomani. Avevo le prove. Prove schiaccianti. Ma le insinuazioni continuavano. Babbo Natale non esiste, sono i tuoi genitori a mettere i regali sotto l'albero. Sono i tuoi genitori a lasciare le impronte. Sono i tuoi genitori a mangiare nutella, biscotti, caramelle e a bere il latte.  Ogni sforzo investigativo sembrava inutile. Quella sera, del lontano '96, presi coraggio e formulai la fatidica domanda. A bruciapelo. A mio padre. Forse perché, dei due,  non si era mai espresso a riguardo.

«Babbo Natale esiste?»

Seguì un lungo silenzio. Imbarazzato. Straziante.  Finché, mio padre decise che fosse giunto il momento. Avevo 12 anni, d'altronde.  E , con sentito rammarico, mi rispose:

«No, Annachiara, non esiste.»

Un tonfo al cuore.  Quel "NO"  mi strappò gli occhi della magica ingenuità e mi impiantò quelli della fredda razionalità. Nessun Natale a seguire, sarebbe più stato lo stesso.

Ma sono testarda. E ogni anno, per Natale, quegli occhi, quelli della magica ingenuità li recupero. Sono malconci, oramai, ma funzionano abbastanza da lasciarmi credere che Piero Angela, su Radio Capital, abbia realmente sostenuto la tesi dell'esistenza di Babbo Natale.

Buon Natale! 🙂


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *