Non sono sposo! Sono l’Uomo Ragno.

Postato il

Peanuts

Tavolata di silenzi e parole. Di storie, desideri, sogni. Risate.

Tavolata di femmine. Diverse. Belle, tutte.

Alla tavolata, in braccio a mamma Melania, anche Greta. Meravigliosa creatura, al mondo da circa tre anni.

Greta ha una cascata di riccioli dorati, gli occhi del mare e una stecca di caramelle tra le mani.

Greta ha anche un fidanzato, anzi uno sposo, ci rivela mamma Melania. «Si chiama Gabriele, vero?».

Greta, però, è troppo impegnata, per darle conferma. Ha una stecca di caramelle tra le mani!

«A dirla tutta, Gabriele non è tanto d'accordo», precisa mamma Melania. E, ridendo, racconta l'effettiva versione dei fatti:

«Tu sei lo sposo!», gli intima Greta.  E lui: «Non sono sposo, io sono l'Uomo Ragno!».

Rido. Ridiamo tutte. E penso. Greta e Gabriele sono al mondo da appena tre anni. Già chiaramente femmina, lei. Già chiaramente maschio, lui. Già proiettata al due, lei. Già proiettata all'uno, lui. Vorrei tranquillizzarla, Greta. Dirle che è normale.

Ma non ce n'è bisogno. Greta ride. Non solo. Ride perché ha sentito sua madre ridere. E se sua madre ride, la battuta che ha appena fatto Vale deve essere divertente.

Greta non ha bisogno di essere tranquillizzata. Il due lo vive con sua madre.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *