L’apino rosso

Postato il

L'apino rosso

 

Una giornata a rincorrere, autobus, treni e ancora altri autobus.

Un mese di ‘ho furia, fretta!’, ‘ho il bimbo, la bimba, il marito, la mamma a casa che mi aspetta’.

E poi, arriva lui, l’apino rosso fiammante che ‘va piano, ma va lontano’ e mi ricorda di fermarmi, di sorridere. Di sorridere per davvero.

E col sorriso sulle labbra, anch’io vado piano, anch’io vado lontano.

 


One thought on “L’apino rosso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *