Letture in fabbrica #1

Postato il

libro; basaglia; le nuvole di picasso; presentazione; biscottificio dogliani; carrara

Lo schiocco di un bacio su una guancia. Lo sento chiaramente, mentre prendo appunti, china sul tablet. Ma Alice ha dato un bacio ad Alberta? – chiedo incredula a Francesca che siede, tra il pubblico, affianco a me.  Francesca, prestandomi un’occhiata veloce, annuisce. Cavolo, me lo sono perso! – mi dico – Non capita tutti i giorni di assistere alla presentazione di un libro che si conclude con la conduttrice che bacia l’autrice. Chiudo il tablet, al diavolo gli appunti! Guardo Alice, Alberta: sono ancora lì, su quel palco fatto di un pallet rivestito da drappeggi color ocra, e si sorridono di complice gratitudine. È da un pallet come quello che tutto ha avuto inizio. Continua a leggere »


#Femmina

Postato il
bambine femmine sorrisi indomate

img: Kate P. Parker

Femmina sarà lei!!!. Io sono DONNA’ – scrive una lettrice del mio blog. E scrive proprio così. Con i tre punti esclamativi e i caratteri cubitali.
Già, perché usi femmina? – dice anche mia madre – è più da animale!
Mi è sempre piaciuta la parola ‘femmina’ perché include. Include anche chi donna non è. Perché è ancora una bambina, perché è una tigre, perché è solo una femmina.
In fondo, siamo tutte nate da una simile – dicono Gianna e Giò di Labodif – un’altra femmina, come noi.
Che stravolgente ovvietà! – penso – ecco l’origine, ecco perché la parola femmina include.
E, intanto, pregna del senso ritrovato, la parola ‘femmina’ mi si assesta dentro e anche lì, sulla testata del blog. La guardo, sorrido.


La stanza tutta per me

Postato il
donna lettura stanza arredamento libri librerie

img: Dean Cornwell

Non ho mai avuto una casa tutta per me. L’ho sempre condivisa con altri, altre. Ma stanze tutte per me ne ho avute tante. Anche ora, che la casa la condivido col mio ragazzo, ne ho una. Va bene – gli dissi, quando decidemmo di andare a vivere insieme – ma devo avere una stanza tutta per me. Come Virginia Woolf – aggiunsi decisa. Lui annuì. Aveva capito. Continua a leggere »


Margherita e la carta d’identità

Postato il

Margherita ha lo sguardo fiero, fermo. Ma quando il guizzo dell’intuizione la sorprende, a più di sette decadi di esistenza, sorride ancora come la bimba che pregusta una marachella. è con quel sorriso, che mi disse – Ti devo raccontare quello che mi è successo in Comune!
Eravamo nel cortile della Casa della donna di Pisa. Il sole di luglio riscaldava i nostri progetti, le nostre idee di un mondo diverso. La ascoltai con attenzione e, alla fine, le dissi – Scrivi. Scrivi quello che mi hai raccontato. Poi lo pubblichiamo su Vita da femmina.
Margherita ha scritto e io ho pubblicato. Il nostro desiderio è che il racconto della sua esperienza, inneschi, tra chi leggerà queste righe, altri racconti di esperienze simili.  Continua a leggere »


#ProvaCostume

Postato il

 

Mare, spiaggia, estate, donne, prova costume, Marylin Monroe, dive

Photo by L J Willinger/Getty Images

Abbandono lo zaino a terra. Libero i piedi dalle scarpe. Chiudo gli occhi e assaporo il morbido tepore della sabbia sotto i piedi. Libero anche il corpo, da maglietta e pantaloncini. È strano, all’inizio. Ho sempre bisogno di qualche secondo, per abituarmi alla mia pelle. Realizzo di averne una, solo alle carezze del sole, al solletico della brezza marina. Bene – mi dico, portando le mani ai fianchi – è arrivato il momento della prova costume.  Continua a leggere »



#LetteraDiPresentazione

Postato il

curriculum lettera di presentazione lavoro scrittura copywriter

(pubblicato sul blog Cercatori di storie)

Cercare lavoro è un dramma. Lo so. Per sopravvivere e andare avanti, ho adottato una nuova strategia. Vivere il qui e ora. Da questa prospettiva, il vuoto che ho davanti non è un baratro. È un’opportunità. Una preziosa opportunità creativa. Tanto vale divertirmi un po’. Dopo l’esperimento del Curriculum, ecco la lettera di presentazione che ho inviato in risposta a un annuncio per Copywriter e-commerce:  Continua a leggere »